Esegui la ricerca

Proloco di Lurate Caccivio

Benvenuti

Benvenuti nel sito web dell’ Associazione Pro Loco di Lurate Caccivio. Nostro compito presentare a voi visitatori il nostro paese e tutte le sue bellezze, nonchè gli eventi che si svolgeranno durante l’anno organizzati da noi e da tutte le altre associazione nel comune che fanno capo a noi.

Castello via De Gasperi visuale nord Ponte sul Lura

Lurate

Utente sconosciuto. Effettua il login

prova

http://www.prolocoluratecaccivio.it/file_download/2/proloco_notizie_1_0-page0.jpg

Continua a leggere ->

file: proloco_notizie_1_0-page0.jpg [497,84kB]
Categoria:
download: 602proloco_notizie_1_0-page0.jpg

01 agosto 2016 | nessuna categoria |

Lurate Caccivio In Treno - Festa del Paese 2012

25 maggio – ore 20.45- Biblioteca comunale

Continua a leggere ->

14 maggio 2012 | nessuna categoria |

GITA A MONDOVI' (CN)

ProLoco di Lurate Caccivio
gita a
MONDOVI’ (CN)
Domenica 30 ottobre 2011

Continua a leggere ->

12 ottobre 2011 | nessuna categoria |

Serata Degli Auguri 2011

scrivo altro

Continua a leggere ->

05 ottobre 2011 | nessuna categoria |

Serata auguri 2010

Vi aspettiamo numerosi presso il teatro Pax alle ore 20,30 del 7 Dicembre!

Continua a leggere ->

13 novembre 2010 | nessuna categoria |

Nuovo sito online

Risulta online dal primo weekend di maggio il nuovo sito della proloco di Lurate Caccivio.
Questa nuova versione ricalca il nuovo stile grafico che si sta divulgando recentemente online denominato web 2.0 che attribuisce un più corretto uso della semantica al codice e una più semplificata gestione dei contenuti grazie all’uso di un CMS che, in questo caso è l’ottimo Textpattern

Continua a leggere ->

22 aprile 2009 | nessuna categoria |

In breve della provincia

Appiano, tanti tifosi per Lukaku Polemica sulla Pinetina blindata

Gli addetti alla sicurezza sono inflessibili: «Ci vietano persino di sporgerci dalle recinzioni, stanno deludendo bambini e famiglie»

Alla Pinetina è già Lukaku-mania, ma il centro sportivo Suning blindato delude i tifosi. Alla vigilia di Ferragosto l’“assalto” dei supporter, assiepati ai cancelli in cerca di selfie e autografi specialmente della nuova stella nerazzurra Romelu Lukaku, aveva reso problematica l’uscita dei giocatori.

Tanto che alle 20 era stato chiesto l’intervento di alcune pattuglie dei carabinieri per garantire la gestione dell’ordine pubblico.

Ieri mattina nessuna ressa, pochi tifosi. Allenamento rigorosamente a porte chiuse, transenne e pannelli oscuranti (installati l’anno scorso) lungo tutto il perimetro dell’impianto per garantire la massima riservatezza durante le sedute di allenamento. Riserbo difeso anche a suon di rimproveri degli addetti alla vigilanza nei confronti dei tifosi che, addossati alla recinzione, provavano a lanciare lo sguardo verso i campi da gioco. «Non è neanche consentito guardare dentro», ha sbottato più di un tifoso.

«Hanno fatto la stessa cosa a Lugano (dove si è tenuto il ritiro, ndr). Lì hanno addotto motivi di sicurezza legati ai lavori di rifacimento dei campi. Non è giusto questo modo di fare, specialmente per i tifosi che arrivano da lontano e per i bambini – osserva Salvatore Chiofalo di Saltrio – La mia nipotina era entusiasta di venire per la prima volta alla Pinetina e alla fine è rimasta delusa». Altrettanto Mirko Chiofalo: «È una delusione unica per noi e specialmente per i bambini».

Dà fuoco al suo appartamento Ferragosto di paura a Manera

Allarme a Lomazzo l’altra mattina in un’abitazione in zona piazza Trento. Intervenute due squadre dei vigili del fuoco. L’uomo denunciato per incendio e resistenza

Ferragosto di fuoco e fiamme: un trentunenne, residente in una corte nelle vicinanze di piazza Trento, nella frazione Manera, è stato denunciato dai carabinieri per aver appiccato un incendio nella propria abitazione e per resistenza a pubblico ufficiale.

È stata quindi una giornata festiva veramente molto movimentata per i residenti nella corte che, da una prima ricostruzione di quanto accaduto, l’altro ieri mattina, attorno alle 8.30, hanno visto con grande preoccupazione fiamme e fumo uscire dalle finestre dell’appartamento dove vive l’uomo.

Anche nelle vicinanze, un po’ tutti si sono resi insomma immediatamente conto che non si trattava affatto di una grigliata ferragostana, ma che era avvenuto qualcosa di serio. Sono stati subito allertati i vigili del fuoco: sul posto sono arrivati due mezzi (assieme ai pompieri lomazzesi sono intervenuti quelli di Cantù). Da quel che risulta, tutto è avvenuto nella cucina: a prendere fuoco sarebbe stato in particolare la parte del soffitto di legno che si trovava proprio sopra i fornelli.

Ad essere allertati sono stati anche il sindaco Giovanni Rusconi e l’assessore Nicola Fusaro, che hanno poi svolto a propria volta delle verifiche. Il primo cittadino, sin dalla mattina, è giunto sul posto per valutare la situazione e disporre a nome dell’ente locale i provvedimenti necessari, sulla base di quanto richiesto dalle autorità competenti.

«È stato proprio un Ferragosto di fuoco - è il commento del sindaco Rusconi - grazie al pronto intervento dei vigili del fuoco di Lomazzo si è evitato il peggio in un appartamento, per il quale ho poi firmato un’ordinanza di inagibilità». Anche sui social, dove si è diffusa in queste ore la notizia dell’accaduto, in tanti hanno avuto parole di apprezzamento per i vigili del fuoco sempre pronti a intervenire sul territorio.

Triathleta e grafico: Figini fa bello il pullman del Como femminile

L’atleta di Cadorago si destreggia non soltanto sui campi di gara

Francesco Figini è un campione nel triathlon e nel car wrapping. L’ultimo capolavoro, in ordine di tempo il cadoraghese (33 anni) lo sta portando a termine in questi giorni ed è il pullman dell’Acf Como femminile. In precedenza ha “abbellito”, solo per citarne alcuni, gli automezzi del team del biker Samuele Porro, il pick up della Dama, il furgone del Raschiani triathlon Pavia e del Ktm di mountain bike.

Figini, portacolori del Pool Cantù/Bianchi, alla grande passione per il triathlon, unisce quella per il lavoro di grafico e di car wrapping. Il suo compito è quello di rivestire i veicoli, attraverso un’applicazione veloce ed efficace, con una pellicola adesiva di altissima qualità resistente ai lavaggi e alle alte temperature, facilmente removibile e che lascia intatta la verniciatura originale. «Ho iniziato a fare il grafico, quando correvo in bicicletta, per portare avanti l’azienda di famiglia, fondata dal nonno Giuseppe e proseguita da papà Dario - spiega il cadoraghese, titolare della Figio image com -. Poi nel 2008 mi sono avvicinato al car wrapping ed è stata subito una grande passione».

Una passione pari a quella che mette quando veste i panni dell’atleta. In passato, nelle due ruote classiche, ha avuto anche la soddisfazione di battere, nel settembre 2011, nella cronometro sul Muro di Sormano, un allora giovane Fabio Aru (21 anni), infrangendo anche il record di Ercole Baldini, fissato nel 1962. Poi il passaggio, per due stagioni, alla mtb e nel 2014, sempre con il Pool Cantù, al triathlon. Specialità dove ha continuato a mietere successi, anche se ha dovuto, per forza di cose, “rubare” del tempo per il suo lavoro.

Perché nel frattempo è arrivato il matrimonio con Eleonora e il primo figlio. «Cerco di organizzarmi- dice Figini -. Mi ritaglio del tempo per l’allenamento e per le gare. Però non sempre tutto fila via liscio e quando arrivano dei lavori importanti, come quello per l’Acf Como femminile, il triathlon ne soffre. Ma non sono dispiaciuto: concludere un car wrapping, mi dà la stessa soddisfazione di una bella vittoria. Il lavoro è tutto mio, partendo dall’impostazione grafica sino all’applicazione».

Lo sport fa bene anche per l’attività. «Ho trovato diversi clienti nel “giro” del ciclismo e del triathlon, e questo mi piacere», conclude.n 

Cattivi odori a Lomazzo Il sindaco prepara una denuncia

È mistero sui miasmi avvertiti in centro e nei Comuni vicini: i residenti sono esasperati. Rusconi: «Questa situazione ormai è intollerabile»

«Siamo veramente stanchi di queste puzze nauseabonde, per cercare di capire quel che sta accadendo stiamo pensando di presentare una formale denuncia contro ignoti, un’iniziativa che potremmo portare avanti coinvolgendo anche i Comuni della zona, interessati dal problema».

Ad annunciarlo è il sindaco di Lomazzo Giovanni Rusconi: anche l’altra sera in consiglio comunale, dalle finestre lasciate naturalmente aperte per la calura, erano arrivate, quasi a ondate, delle forti zaffate di miasmi, che hanno infastidito consiglieri e pubblico.

Nessun particolare problema sarebbe stato invece avvertito nella vicina piazza Brolo San Vito, dove in contemporanea alla seduta dell’assemblea civica, nella piazzetta davanti alla biblioteca, era stato allestito dal Comune e dall’ente culturale il cinema sotto le stelle: appuntamento che aveva fatto registrare ancora una volta il tutto esaurito, con un centinaio di spettatori presenti, i quali non sono come detto stati infastiditi da alcuna “molestia olfattiva”.

La questione però esiste e permane, tanto che nei giorni scorsi il gruppo lomazzese del Controllo di vicinato, che ha come referente Alessandro Porro, ha avviato una raccolta di firme di protesta.

«In genere i miasmi arrivano versa sera, anche se non capita proprio tutti i giorni - racconta la residente Mirella Renoldi - è una puzza veramente fastidiosa, difficile da descrivere. Quel che posso dire è che prende alla gola e che è veramente nauseabonda».

Come altri cittadini, la residente auspica che ci possa essere al più presto un intervento da parte delle autorità competenti per ovviare ai tanti disagi lamentati e che dalle finestre aperte non arrivi insomma più alcuna sgradevole sorpresa.

Olgiate, niente pattuglie serali Il Comune pensa ai vigilantes

In attesa dell’arrivo di un agente a ottobre il sindaco valuta la proposta del consigliere Bernasconi di utilizzare fino ad allora la sorveglianza dei metronotte

Vigilanza privata su obiettivi comunali sensibili per sopperire all’assenza dei pattugliamenti serali della polizia locale a Olgiate Comasco.

Si fa strada l’ipotesi, caldeggiata dal consigliere di minoranza Marco Bernasconi (Liberali), di ricorrere a guardie giurate per tamponare la situazione di pesante sotto organico della polizia locale, scesa da otto a sei unità dopo il recente pensionamento di un agente e il trasferimento di un altro all’Agenzia delle dogane.

Per il primo ottobre è atteso l’arrivo di un agente in mobilità da un altro Comando, ma fino ad allora la grave carenza di personale non consentirà di programmare servizi serali a cura della polizia locale. «Rilancio all’amministrazione comunale la proposta di rivolgersi a un servizio di vigilanza privata almeno per il periodo che serve per ripristinare una situazione di sostenibilità dell’organico della polizia locale» dichiara il consigliere Bernasconi.

Misura che l’amministrazione comunale non esclude. «In questa fase, sperimentare un servizio di vigilanza privata potrebbe essere una soluzione – dichiara il sindaco Simone Moretti – Vista l’oggettiva carenza dell’organico della polizia locale, è una possibilità che stiamo valutando». E conclude: «Vediamo se come tempistiche e procedure si riuscirà a farlo, anche per testarne l’efficacia».

In questa sezione apparirà il servizio gratuito di http://www.3bmeteo.com


© 2009 Proloco Lurate Caccivio :: P.IVA 02218260137 :: Sito web realizzato da Casalegno Marco
Powered by TXP - Admin

Tutte le informazioni e le immagini sono rilasciate sotto licenza secondo la Creative Commons License 2.0.