Esegui la ricerca

Proloco di Lurate Caccivio

Benvenuti

Benvenuti nel sito web dell’ Associazione Pro Loco di Lurate Caccivio. Nostro compito presentare a voi visitatori il nostro paese e tutte le sue bellezze, nonchè gli eventi che si svolgeranno durante l’anno organizzati da noi e da tutte le altre associazione nel comune che fanno capo a noi.

Castello via De Gasperi visuale nord Ponte sul Lura

Lurate

Utente sconosciuto. Effettua il login

prova

http://www.prolocoluratecaccivio.it/file_download/2/proloco_notizie_1_0-page0.jpg

Continua a leggere ->

file: proloco_notizie_1_0-page0.jpg [497,84kB]
Categoria:
download: 378proloco_notizie_1_0-page0.jpg

01 agosto 2016 | nessuna categoria |

Lurate Caccivio In Treno - Festa del Paese 2012

25 maggio – ore 20.45- Biblioteca comunale

Continua a leggere ->

14 maggio 2012 | nessuna categoria |

GITA A MONDOVI' (CN)

ProLoco di Lurate Caccivio
gita a
MONDOVI’ (CN)
Domenica 30 ottobre 2011

Continua a leggere ->

12 ottobre 2011 | nessuna categoria |

Serata Degli Auguri 2011

scrivo altro

Continua a leggere ->

05 ottobre 2011 | nessuna categoria |

Serata auguri 2010

Vi aspettiamo numerosi presso il teatro Pax alle ore 20,30 del 7 Dicembre!

Continua a leggere ->

13 novembre 2010 | nessuna categoria |

Nuovo sito online

Risulta online dal primo weekend di maggio il nuovo sito della proloco di Lurate Caccivio.
Questa nuova versione ricalca il nuovo stile grafico che si sta divulgando recentemente online denominato web 2.0 che attribuisce un più corretto uso della semantica al codice e una più semplificata gestione dei contenuti grazie all’uso di un CMS che, in questo caso è l’ottimo Textpattern

Continua a leggere ->

22 aprile 2009 | nessuna categoria |

In breve della provincia

L’addio alla donna morta in Svizzera Il marito: «Sentiremo la sua voce»

CadoragoIn tanti ai funerali di Evis Fishta, 43 anni, annegata durante una gita con la famiglia

«Qualche lacrima è scesa anche dal cielo», sono state le parole dall’altare del parroco, don Alfredo Nicolardi, mentre fuori dalla chiesa parrocchiale c’è stato un improvviso scroscio di pioggia.

È stato uno dei momenti più commoventi dei funerali di Evis Fishta, 43enne, sposata, madre di due ragazzine di 11 e 16 anni, scivolata e annegata mentre faceva il bagno nel fiume Verzasca, a Lavertezzo (in Svizzera).

Tantissimi i concittadini che ieri pomeriggio hanno voluto dare l’estremo saluto alla donna, molto conosciuta per il suo impegno nelle associazioni del paese, assieme al marito Fabio Oppo che, al termine della funzione, ha letto dall’altare una lettera nella quale ha immaginato le parole che la moglie avrebbe potuto scrivere alla comunità, alla famiglia, ai colleghi e ai tanti amici della coppia.

«Siamo stati vicini per quindici anni, sono sicuro che avrebbe usato queste parole» ha spiegato il marito, tra i componenti del direttivo dell’Associazione genitori, gruppo con il quale anche Evis collaborava.

«Dicendovi che è stata prima figlia e poi moglie, e anche una mamma amabile e apprensiva, per molti è poi stata anche un’amica, disponibile e chiacchierona. Inviterebbe tutti noi a non considerarla soltanto un episodio delle nostre vite perché se n’è andata: assicurandoci che un giorno sentiremo la sua voce nella folla del mercato o con un soffio di vento ci accarezzerà, oppure sarà una farfalla colorata con i suoi smalti».

Como, muscoli ancora da scaldare Test “alla pari” contro la Pro Sesto

Calcio- Oggi alle 16 a Sesto San Giovanni azzurri in campo, è un’amichevole di serie D, ma senza tifosi

Sei settimane di lavoro, questo è il tempo ideale secondo mister Marco Banchini per poter arrivare pronti al campionato. «Ora siamo alla quarta, e direi che le cose stanno procedendo piuttosto bene».

Non è una preparazione del tutto normale, questa. Lavorare senza sapere con certezza quale campionato si affronterà, e quale sarà la rosa definitiva non è cosa semplicissima. «Ma a questo punto direi che perlomeno chi è qui, chi anche senza aver ancora firmato ha scelto di continuare a lavorare con noi, possiamo essere abbastanza certi che resterà con noi. Ed è quindi questo ora il gruppo da tenere in considerazione, un gruppo che a questo punto può solo migliorare in quantità e qualità».

Oggi a Sesto, dunque, potrebbe esserci in campo una formazione che non si discosterà molto da quella di domenica scorsa a Renate. Una squadra che soprattutto nella prima parte della partita ha piuttosto soddisfatto il suo tecnico.

«Stiamo lavorando bene sull’idea di gioco che vogliamo proporre, e ho già avuto buone indicazioni, in particolare sulla fase offensiva, operata sempre con quattro o cinque giocatori. Gioco in verticale, anche in fase di possesso, sempre votato ad arrivare al gol. Non mi è piaciuto come abbiamo preso il gol, in questi giorni abbiamo analizzato soprattutto questo. Ma stiamo piano piano sistemando tutto, anche nelle ultime sedute di allenamento dopo Ferragosto il lavoro è proseguito bene. Stiamo aumentando in compattezza». Positivo anche il discorso della condizione atletica. «I test ci hanno dato buoni risultati, considerando anche che avremo ancora almeno due settimane di lavoro. Il tempo giusto per arrivare pronti all’inizio della stagione».

Con quel dubbio che si protrarrà ancora per qualche giorno. «Che però non sta condizionando il nostro lavoro. Certo, c’è l’incognita del mercato, la squadra ha comunque bisogno di rinforzi in ogni caso, e in tutti i reparti. Un difensore di esperienza in più, un giocatore dinamico a centrocampo, un attaccante che sappia giocare anche spalle alla porta. Come dico, il problema di inserimento non esiste perchè un gruppo c’è già e possono solo essere rinforzi utili».

E il mercato sarà necessario comunque, indipendentemente dalla categoria. «Certamente, e non solo per completare la rosa numericamente. Perchè se sarà C ci vorranno giocatori giusti per la categoria, ma se invece saremo in D dovremo costruire una squadra per vincere il campionato, quindi saranno tutte scelte importanti. L’unico rischio potrebbe essere quello della condizione, perchè chi arriverà potrebbe non aver svolto la nostra stessa quantità di lavoro. Ma un gruppo di base comunque c’è, e arriverà pronto».

E proprio per preparare tutti al meglio sarà intensificato anche il programma di amichevoli. Si va in campo anche lunedì, a Vigevano. «Perchè anche rispetto ad altre squadre noi sinora abbiamo giocato poco, per esempio la Pro Sesto ha già disputato cinque amichevoli, ed è chiaro che il rodaggio del campo a questo punto è indispensabile».

Como, e adesso attenzione alle date E se si cominciasse il 15 settembre?

Dalla serie B in giù sono poche le certezze. Aspettando la categoria degli azzurri, ecco tutte le possibilità

Il grande enigma adesso resta quello dell’inizio dei campionati. Nel giorno in cui comincia la serie A, alle sue spalle c’è veramente il caos più totale. Nessuno, dalla B in giù, ha certezze. Anche perchè ora, oltre al grande numero di situazioni in attesa di verdetti definitivi, si è inserita anche la protesta dell’Associazione calciatori, che paventa lo sciopero, anche in serie C, per protestare contro i mancati ripescaggi.

È veramente difficile, dunque, indicare una data sicura. Sia per la partenza che per i calendari, fissati dalla Lega Pro all’inizio di agosto e già fatti slittare a martedì prossimo, 22 agosto. Data che però a questo punto viene messa ancora in bilico. Perchè ci sono alcune società che attualmente sono iscritte in C ma che chiedono la B, e perchè ci sono situazioni come quella del Como. Tra l’altro anche il Prato, sia pure per un ricorso inoltrato precedentemente alla bocciatura, che il Santarcangelo stanno attendendo risposte dal Tar. E a questo punto la Lega Pro martedì potrebbe arrivare a un altro rinvio, c’è già una data ipotizzata, quella dell’8 settembre. Con conseguente inizio del campionato non prima del 15.

La D cosa farà? Appare probabile a questo punto che anche qui ci possa essere uno slittamento. La data dei calendari era stata genericamente indicata “dopo Ferragosto”. Ma un’indicazione precisa ancora non c’è, e a questo punto potrebbe essere ancora ritardata, dovendo necessariamente legarsi alle vicende delle categorie superiori. Che portano a loro volta conseguenze anche per quanto riguarda i ripescaggi dall’Eccellenza. L’inizio del campionato di serie D era previsto per domenica 2 settembre, e ufficialmente non ha ancora subìto variazioni. Ma la sensazione che anche in questo caso si possa scivolare più in avanti ovviamente c’è.

Poi c’è il discorso mercato, che per la A e la B si è chiuso ieri, la C invece ha una settimana in più, fino al prossimo weekend. Una data fissata proprio in concomitanza con quello che avrebbe dovuto effettivamente essere l’inizio del campionato. E’ probabile però che a chi ancora non sa in che categoria giocherà, quindi ovviamente anche il Como, venga concessa una deroga una volta presa la decisione definitiva. Ma anche questo è ancora un argomento pieno di incertezze.

In questa sezione apparirà il servizio gratuito di http://www.3bmeteo.com


© 2009 Proloco Lurate Caccivio :: P.IVA 02218260137 :: Sito web realizzato da Casalegno Marco
Powered by TXP - Admin

Tutte le informazioni e le immagini sono rilasciate sotto licenza secondo la Creative Commons License 2.0.